Concorsi Regione Lombardia

La Regione Lombardia ha indetto 4 Concorsi per un totale di 194 Posti, così suddivisi:


70 posti con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria C  ASSISTENTE AREA AMMINISTRATIVA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
Diploma di scuola secondaria (per i dettagli vedi il link al bando di seguito)
Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico – deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato su:
    • Elementi di diritto amministrativo (L. 241/90, D.Lgs. 50/2016, ecc.) con particolare riferimento al procedimento amministrativo e disposizioni in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000);
    • Fondamenti di diritto costituzionale e regionale con particolare riferimento all’assetto delle competenze secondo il Titolo V della Costituzione;
    • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs. 39/2013, D.Lgs. 33/2013);
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia.Programmazione, bilancio e contabilitĂ  regionale (l.r. 34/1978 e sm.i.);
    • Codice dell’amministrazione digitale (D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i).
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonchĂ© sulla verifica della conoscenza di base della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici piĂą diffusi.


31 posti, con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria D – SPECIALISTA AREA TECNICA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile- Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
  • Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
  • Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
  • Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
  • Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile-architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

Sono fatte salve le equipollenze e le equiparazioni

vedi il bando di seguito per maggiori dettagli
Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico– deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato, sulle seguenti materie
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia di governo del territorio e urbanistica, infrastrutture e trasporti, nonchĂ© dei servizi pubblici connessi;
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia ambientale (tra cui autorizzazioni ambientali e strumenti di valutazione ambientale, usi del suolo, energia e risorse idriche);
    • Legislazione statale e regionale e nozioni tecniche in materia di valutazione dei rischi connessi a calamitĂ  naturali (frane, alluvioni, terremoti e incendi);
    • Programmazione negoziata regionale (L.R. 19/2019);
    • Elementi di topografia e Sistemi Informativi Territoriali;
    • Normativa in tema di contratti (appalti) di lavori pubblici, servizi e forniture (Codice dei contratti pubblici – D.lgs 50/2016 e ss.mm.ii);
    • Nozioni sull’ordinamento del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni (Dlgs.165/2001, DPR 62/2013, D.Lgs 150/2009);
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia ed al Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Lombardia – l.r. n. 20/2008;
    • Nozioni di diritto amministrativo, con particolare riferimento al procedimento amministrativo e diritto di accesso (L. 241/90), tutela della privacy, trasparenza e prevenzione della corruzione
    • Elementi di programmazione, bilancio e contabilitĂ  regionale (L.R. 34/1978 e s.m.i);
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonchĂ© sulla verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici piĂą diffusi.

LINK AL BANDO



58 posti, con contratto di assunzione a tempo pieno e indeterminato, nella categoria C – ASSISTENTE AREA TECNICA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Diploma di Tecnico Costruzioni, ambiente e territorio (Decreto del Presidente della repubblica 88 del 2010);
  • Diploma di Geometra (articolo 1, Legge 75 del 7 marzo 1985).
  • Possono altresì partecipare i candidati non in possesso dei Diplomi di cui sopra (Tecnico Costruzionie Territorio e Geometra) qualora siano in possesso di uno dei sottoelencati titoli di studio:
    • Diploma Universitario triennale in Edilizia o Ingegneria delle Infrastrutture o Sistemi Informativi Territoriali;
    • Diploma di Laurea in Architettura o in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria Edile-Architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio o Pianificazione Territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
    • Laurea Triennale DM 509/1999 classe 4 (Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria Edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria Civile e Ambientale);
    • Laurea Triennale D.M. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’Edilizia), classe L-21 (Scienze della Pianificazione Territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria Civile e Ambientale);
    • Laurea Specialistica D.M. 509/1999, classe 4/S (Architettura e Ingegneria Edile), classe 28/S (Ingegneria Civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale);
    • Laurea Magistrale D.M. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile- architettura), classe LM-23 (Ingegneria Civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della Sicurezza), classe LM-35 (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

vedi il bando di seguito per maggiori dettagli

Materie e prove:
  • prova preselettiva: risoluzione di quesiti a risposta multipla di tipo logico– deduttivo – numerico e/o sulle materie previste dal presente bando che eventualmente potranno essere corrette con l’ausilio di sistemi informatizzati.
  • prova scritta: quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata e/o svolgimento di un elaborato, sulle seguenti materie:
    • Fondamenti della legislazione statale e regionale e competenze tecniche in materia urbanistica, ambientale infrastrutturale e trasporti;
    • Elementi normativi in materia di appalti di lavori pubblici, servizi, forniture e pubblici servizi;
    • Elementi di topografia e Sistemi Informativi Territoriali;
    • Elementi normativi inerenti la sicurezza e prevenzione sul lavoro (D.Lgs. 81/2008);
    • Fondamenti di diritto costituzionale con particolare riferimento all’assetto delle competenzesecondo il Titolo V della Costituzione;
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;
    • Elementi essenziali di diritto amministrativo, con particolare riferimento al procedimento amministrativo e diritto di accesso (L. 241/90), tutela della privacy, trasparenza e prevenzione della corruzione;
    • Elementi di programmazione, bilancio e contabilitĂ  regionale (L.R. 34/1978 e s.m.i);
  • prova orale: approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonchĂ© sulla verifica della conoscenza di base della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici piĂą diffusi


35 unita’ di categoria D – con contratto di formazione e lavoro della durata di 24 mesi – SPECIALISTA AREA AMMINISTRATIVA

Domande dal: 02 marzo 2020, ore 10:00 Scadenza: 03 aprile 2020, ore 12:00
Requisiti:
  • Lauree triennali (lauree di primo livello) – (L):Laurea di primo livello (L) appartenente a una delle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 4 agosto 2000 e successive modifiche e integrazioni;
  • Lauree specialistiche (LS):Laurea specialistica (LS) appartenente alle classi del nuovo ordinamento universitario di cui al Decreto Ministeriale 28 novembre 2000 e successive modifiche e integrazioni;
  • Lauree magistrali (LM);
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree ai sensi deldecreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni
Materie e prove:

Le prove d’esame consistono in una prova scritta sotto forma di test a risposta multipla e in colloqui e sono finalizzate a verificare l’attitudine all’apprendimento e le rispettive conoscenze e attitudini in relazione alle professionalità per le quali verranno indette le selezioni.

  1. La prova scritta verterĂ  sui seguenti argomenti:
    • Diritto costituzionale e regionale con particolare riferimento all’assetto delle competenze secondo il Titolo V della Costituzione;
    • Ordinamento regionale con particolare riferimento allo Statuto d’Autonomia della Lombardia;
    •  Rapporti tra l’ordinamento dell’Unione Europea e l’ordinamento interno, con riferimento, in particolare, al sistema delle fonti del diritto;
    • Ordinamento del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni (D.Lgs.165/2001, D.P.R. 62/2013, D.Lgs 150/2009, C.C.N.L);
    • Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione Lombardia – L.r. n. 20/2008);
    • Diritto amministrativo (L. 241/90, ecc.) con particolare riferimento al procedimento amministrativo, disposizioni in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000) e contratti pubblici (D.Lgs 50/2016);
    • Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione (L.190/2012, D.Lgs 39/2013, D.Lgs 33/2013);
    • Tutela dei dati personali (Regolamento Europeo 2016/679);
    • Programmazione, bilancio e contabilitĂ  regionale (L.r. 34/1978 e s.m.i.); • Codice dell’amministrazione digitale (D.Lgs n. 82/2005 e s.m.i).

La prova scritta, inoltre, potrà contemplare anche la risoluzione di quesiti di tipo logico – deduttivo – numerico.

  • Il colloquio verterĂ  sull’approfondimento delle materie oggetto della prova scritta, nonchĂ© sulla verifica della conoscenza della lingua inglese e dell’utilizzo dei sistemi applicativi informatici piĂą diffusi.

PER LE MODALITA’ DI ISCRIZIONE VEDI IL SITO DELLA REGIONE LOMBARDIA


Go to top