Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari

Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari

Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari

LINK AL CORSO DI PREPARAZIONE Agenzia delle Entrate 3970 Funzionari

Scarica qui la presentazione del corso 3970 funzionari Agenzia delle Entrate


AttivitĂ 

Svolge attività complesse, per il loro elevato contenuto specialistico, in materia fiscale, elaborando e definendo soluzioni anche nuove coerenti con le prassi e le politiche funzionali; fornisce assistenza e consulenza all’utenza su adempimenti contabili e fiscali, cura l’attività di gestione ed erogazione dei servizi fiscali e di analisi ed elaborazione della modulistica fiscale, effettua attività di analisi e ricerca dei fenomeni illeciti, svolge le attività esterne di verifica e accesso mirato, gestisce le attività di controllo sostanziale e di accertamento fiscale, cura gli adempimenti connessi al contenzioso tributario e alla riscossione.

Scadenza

26 Agosto 2023

Titoli richiesti

Alla procedura selettiva di cui al presente bando possono partecipare coloro che, alla data di scadenza del termine per la presentazione delle domande, sono in possesso dei seguenti titoli di studio:

  • Laurea triennale (L) nelle seguenti classi di laurea o titolo equiparato: Scienze dei servizi giuridici (L-14); Scienze dell’Amministrazione e dell’Organizzazione (L-16); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L- 36); Scienze economiche (L-33) Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18); oppure:
  • Diploma di laurea in giurisprudenza, scienze politiche, economia e commercio, conseguito secondo l’ordinamento di studi previgente al decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, o titolo equipollente per legge; oppure:
  • Laurea specialistica o magistrale equiparata ai suddetti diplomi di laurea secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009.

Alla procedura selettiva possono partecipare anche coloro che sono in possesso di titolo di studio conseguito all’estero, o di titolo estero conseguito in Italia, riconosciuto equipollente ai fini della partecipazione ai pubblici concorsi, secondo la vigente normativa, ad una delle lauree sopra indicate

Materie e prove

La procedura di selezione prevede una sola prova scritta.

Prova scritta, consistente in una serie di quesiti a risposta multipla volti ad accertare la conoscenza delle materie di seguito specificate:

    • diritto tributario ed elementi di teoria dell’imposta;
    • diritto civile e commerciale;
    • diritto amministrativo;
    • contabilitĂ  aziendale;
    • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la pubblica
    • amministrazione e ai reati tributari.

La prova è valutata in trentesimi e s’intende superata con il punteggio di 21/30.

Indicazioni in relazione alla prova scritta saranno pubblicate il giorno 4 settembre 2023, con valore di notifica a tutti gli effetti, nel sito Internet dell’Agenzia delle entrate, www.agenziaentrate.gov.it e sul Portale InPA. Nell’avviso verranno fornite anche indicazioni sulle misure organizzative volte ad assicurare la partecipazione alla prova scritta alle candidate che risultino impossibilitate al rispetto del calendario previsto a causa dello stato di gravidanza o allattamento nonche? sulle modalita? di comunicazione preventiva da parte di chi ne abbia interesse.

Domanda:

Il candidato dovrà inviare la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente per via telematica, autenticandosi con SPID/CIE/CNE/eIDAS, mediante la compilazione del format di candidatura sul Portale unico del reclutamento “inPA”, disponibile all’indirizzo internet https://www.inpa.gov.it/, previa registrazione sullo stesso Portale.

Per la partecipazione al concorso, il/la candidato/a deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato o di un domicilio digitale.
La registrazione, la compilazione e l’invio on line della domanda devono essere completati entro le ore 23.59 del trentesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del bando.

Periodo di prova:

In base all’articolo 19 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del comparto Funzioni Centrali – periodo 2019-2021, il personale inquadrato nell’Area funzionari è soggetto a un periodo di prova della durata di quattro mesi.  Il periodo di prova è finalizzato a verificare nelle concrete situazioni di lavoro l’abilità dei neoassunti ad applicare le proprie conoscenze alla soluzione di problemi operativi e le loro competenze trasversali.

Go to top