Concorso 341 posti Messina

Preparazione concorso 341 posti Messina

Concorso 341 posti Messina

CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA A TEMPO PIENO E INDETERMINATO DI N.341 UNITĂ€ DI PERSONALE DI VARI PROFILI PROFESSIONALI.

VAI AI CORSI DI PREPARAZIONE 

PROFILI MESSI A CONCORSO

  • 50 istruttori amministrativi
  • 7 istruttori contabili
  • 50 istruttori tecnici
  • 79 funzionari amministrativi
  • 25 funzionari contabili
  • 20 funzionari legali
  • 100 funzionari tecnici
  • 5 funzionari dell’area di vigilanza

PROVE

PROVA PRESELETTIVA EVENTUALE

Qualora il numero delle domande presentate sia superiore al quintuplo dei posti messi a concorso, l’Amministrazione, avvalendosi dell’ausilio di un’impresa specializzata in selezione del personale e procedure concorsuali pubbliche, procederà ad una preselezione che si svolgerà esclusivamente mediante l’utilizzo di strumenti informatici e piattaforme digitali da remoto garantendo comunque l’adozione di soluzioni tecniche che assicurino la pubblicità della stessa e l’identificazione dei partecipanti, nonché la sicurezza delle comunicazioni e la loro tracciabilità.

La prova consisterĂ  nella soluzione di test a risposta multipla sulle materie oggetto della selezione.

PROVA SCRITTA

La prova scritta consisterĂ  in una prova da remoto costituita da due quesiti a risposta aperta formulati dalla Commissione esaminatrice da risolvere in 60 minuti volta a verificare la conoscenza teorica delle materie oggetto della selezione

PROVA ORALE

Nell’ambito della prova orale verranno accertate anche:

  • la conoscenza della lingua inglese;
  • la conoscenza delle potenzialitĂ  connesse all’uso delle tecnologie, in relazione ai processi comunicativi in rete, all’organizzazione e gestione delle risorse, al miglioramento dell’efficienza degli uffici e dei servizi.

Tale accertamento comporterà l’attribuzione di un punteggio non superiore al dieci per cento di quello complessivamente a disposizione della Commissione giudicatrice per la prova orale.

La prova orale si svolgerà in presenza, in un locale aperto al pubblico, nel rispetto delle disposizioni contenute nel “Protocollo per lo svolgimento dei concorsi pubblici” del 25/05/2022.


SCADENZA E DOMANDA

La domanda di ammissione alla selezione pubblica, deve essere redatta su modulo elettronico e presentata esclusivamente per via telematica su una piattaforma digitale mediante l’utilizzo di SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). La registrazione, la compilazione e l’invio on line della domanda devono essere completati entro il trentesimo giorno decorrente dal 16 gennaio 2023 al link presente nei singoli bandi.



Concorso comune di messina

TITOLI E MATERIE PER SINGOLO PROFILO

50 ISTRUTTORI AMMINISTRATIVI

Titolo richiesto:

diploma di Scuola Secondaria di II Grado di durata quinquennale rilasciato da Istituti riconosciuti dall’ordinamento italiano.

Materie:

  • elementi di diritto costituzionale;
  • nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi, alla trasparenza, all’accesso agli atti, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;
  • elementi sull’ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli Enti Locali (Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267);
  • documentazione amministrativa: modalitĂ  di autocertificazione da parte del cittadino, procedure e controlli;
  •  nozioni sulla disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici»);
  • nozioni sui principali servizi dei Comuni;
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonchĂ© alle responsabilitĂ , doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
  • nozioni di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • competenze digitali.

VAI AL BANDO


7 ISTRUTTORI CONTABILI

Titolo richiesto:

  • Diploma di perito commerciale, ragioniere, perito aziendale, analista contabile, operatore commerciale o titolo equiparato, di durata quinquennale rilasciato da Istituti riconosciuti dall’ordinamento italiano, che consenta l’iscrizione ad una facoltĂ  universitaria ovvero titolo di studio superiore

Può essere ammesso alla selezione un candidato non in possesso dei diplomi suddetti, purché in possesso di uno dei sotto elencati titoli di studio:

  • Diploma di Laurea in Economia e Commercio o equipollente conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. 03.11.1999,n. 509 (vecchio ordinamento);
  • Laurea triennale (L) propedeutica all’accesso ad una delle classi di lauree specialistiche o magistrali sotto indicate e specificatamente: Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18); Scienze economiche (L- 33);
  • Laurea magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline: Scienze economico aziendali (LM-77), Finanza (LM-16) e Scienze dell’economia (LM-56) e Ingegneria gestionale (LM-31) Scienze economiche aziendali (84/S), Finanza (19/S) e Scienze dell’economia (64/S) e Ingegneria Gestionale (34/S);

Saranno considerati i titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Materie:

  • elementi di diritto costituzionale;
  • nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi;
  • nozioni sulla disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici»);
  • elementi dell’ordinamento istituzionale finanziario e contabile degli enti locali (Decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267);
  • normativa in materia di anticorruzione, trasparenza e accesso agli atti e informazioni della pubblica amministrazione;
  • nozioni di diritto penale limitatamente ai reati contro la pubblica amministrazione;
  • disciplina sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, codice di comportamento e procedimento disciplinare;
  • nozioni di organizzazione delle amministrazioni pubbliche: gestione per obiettivi e relativi strumenti di programmazione, controllo e valutazione;
  • competenze digitali.

VAI AL BANDO


50 ISTRUTTORI TECNICI

Titolo richiesto:

  • diploma di istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) di geometra o perito edile o diploma quinquennale di istruzione tecnica CAT (Costruzioni, Ambiente e Territorio) o titoli equipollenti ex lege, che consentano l’iscrizione ad una facoltĂ  universitaria.

Può essere ammesso alla selezione un candidato non in possesso di uno dei diplomi suddetti, purché sia in possesso di uno dei sotto elencati titoli di studio:

  • Diploma di Laurea in Architettura o Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria edile-architettura o Ingegneria per l’Ambiente e il territorio o Pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale (vecchio ordinamento);
  • Laurea Triennale DM n.509/99 classe 4 (Scienze dell’architettura e dell’Ingegneria edile), classe 7 (Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale) e classe 8 (Ingegneria civile e ambientale);
  • Laurea Triennale DM n. 270/2004 classe L-17 (Scienze dell’Architettura), classe L-23 (Scienze e Tecniche dell’edilizia), classe L-21 (Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale) e classe L-7 (Ingegneria civile e ambientale);
  • Laurea Specialistica DM n.509/99, classe 4/S (Architettura e ingegneria edile), classe 28/S (ingegneria civile), classe 38/S (Ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe 54/S (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale);
  • Laurea Magistrale DM n. 270/2004 classe LM-4 (Architettura e ingegneria edile-architettura), classe LM-23 (Ingegneria civile), classe LM-24 (Ingegneria dei sistemi edilizi), classe LM-26 (Ingegneria della sicurezza), classe LM-35 (ingegneria per l’ambiente e il territorio) e classe LM-48 (Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale).

Materie:

  • legislazione amministrativa concernente l’attivitĂ  degli Enti Locali in particolare in materia di lavori pubblici, espropriazioni per pubblica utilitĂ  ed urbanistica di carattere nazionale e regionale;
  • ordinamento degli Enti Locali;
  • nozioni di diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi;
  • nozioni sulla disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici»);
  • elementi di diritto penale con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • nozioni di lavoro pubblico e responsabilitĂ  dei dipendenti pubblici;
  • normativa in materia di lavori pubblici e gestione del territorio;
  • normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;
  • progettazione e manutenzione delle infrastrutture viarie e relative norme tecniche;
  • nozioni di tecnica delle costruzioni;
  • legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia e urbanistica;
  • nozioni di estimo, catasto e topografia;
  • occupazione ed espropriazione per pubblica utilitĂ ;
  •  competenze digitali.

VAI AL BANDO


79 FUNZIONARI AMMINISTRATIVI

Titolo richiesto

  • Diploma di Laurea in Giurisprudenza o Scienze Politiche o Economia e Commercio o equipollente conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. 03.11.1999, n. 509 (vecchio ordinamento);
  • Laurea triennale (L) propedeutica all’accesso ad una delle classi di lauree specialistiche o magistrali sotto indicate: Scienze dell’Amministrazione e dell’organizzazione (L-16); Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36); Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18); Scienze economiche (L-33);
  • Laurea Magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline:in Giurisprudenza (LMG/01), Scienze della politica (LM-62), Scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), Scienze economico aziendali (LM-77),
  • Scienze dell’economia (LM-56); Giurisprudenza (22/S), Teorie e Tecniche della Normazione e dell’informazione Giuridica (102/S), Scienze delle pubbliche amministrazioni (71/S), Scienze economiche aziendali (84/S), Scienze dell’economia (64/S).

Saranno considerati i titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Materie

  • diritto costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione;
  • diritto degli enti locali;
  • diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi, all’accesso agli atti, alla trasparenza, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;
  • ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli Enti Locali;
  • documentazione amministrativa: modalitĂ  di autocertificazione da parte del cittadino, procedure e controlli;
  • disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici» e Linee Guida Anac);
  • Testo unico in materia di societĂ  a partecipazione pubblica (Decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175);
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonchĂ© alle responsabilitĂ , doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
  • elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • competenze digitali

LINK AL BANDO


25 FUNZIONARI CONTABILI

Titolo richiesto

  • Diploma di Laurea in Economia e Commercio o equipollente conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. 03.11.1999,n. 509 (vecchio ordinamento);
  • Laurea triennale (L) propedeutica all’accesso ad una delle classi di lauree specialistiche o magistrali sotto indicate e specificatamente: Scienze dell’Economia e della gestione aziendale (L-18); Scienze economiche (L-33);
  • Laurea magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline: Scienze economico aziendali (LM-77), Finanza (LM-16) e Scienze dell’economia (LM-56) e Ingegneria gestionale (LM-31) Scienze economiche aziendali (84/S), Finanza (19/S) e Scienze dell’economia (64/S) e Ingegneria Gestionale (34/S);

Saranno considerati i titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Materie

  • diritto costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione;
  • diritto degli enti locali;
  • diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli attia mministrativi, all’accesso agli atti, alla trasparenza, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;
  • disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici» e Linee Guida Anac);
  • Testo unico in materia di societĂ  a partecipazione pubblica (Decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175);
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonchĂ© alle responsabilitĂ , doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
  • elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • contabilitĂ  pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile degli enti locali;
  • organizzazione delle amministrazioni pubbliche: gestione per obiettivi e relativi strumenti di programmazione, controllo e valutazione;
  • sistema tributario degli enti locali;
  • competenze digitali

VAI AL BANDO


20 FUNZIONARI LEGALI

Titolo richiesto

  • Diploma di Laurea in Giurisprudenza conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. 03.11.1999, n.509 (vecchio ordinamento);
  • Laurea Magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline: Giurisprudenza (LMG/01); Giurisprudenza (22/S).

Materie:

  • diritto costituzionale, con particolare riferimento al Titolo V della Costituzione;
  •  diritto amministrativo con particolare riferimento al procedimento amministrativo, agli atti amministrativi, all’accesso agli atti, alla trasparenza, all’anticorruzione, al codice dei contratti pubblici e alla protezione dei dati personali;
  • ordinamento istituzionale, finanziario e contabile degli Enti Locali;
  • disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016,
  • n. 50 «Codice dei contratti pubblici» e Linee Guida Anac);
  •  Testo unico in materia di societĂ  a partecipazione pubblica (Decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 175);
  • norme generali in materia di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonchĂ© alle responsabilitĂ , doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari;
  • diritto civile;
  •  elementi di diritto penale con riguardo ai reati contro la Pubblica Amministrazione

VAI AL BANDO


100 FUNZIONARI TECNICI

Titolo richiesto:

  • Laurea in Ingegneria civile; Ingegneria dei Trasporti; Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio; Architettura, Scienze geologiche o titoli equiparati ed equipollenti conseguiti con l’ordinamento di studi previgente al D.M.03.11.1999, n. 509 (vecchio ordinamento);
  • Laurea triennale (L)propedeutica all’accesso ad una delle classi di laurea specialistiche o magistrali sotto indicate: Ingegneria civile e ambientale (L-7); Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale (L-21); Lauree in Scienze Geologiche (L-34);Scienze dell’Architettura (L-17); Scienze e Tecniche dell’Edilizia (L-23); Disegno industriale (L-4);
  • Laurea Magistrale/specialistica (LM/LS) in una delle seguenti discipline:Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (LM-35), Ingegneria della Sicurezza (LM-26), Ingegneria Civile (LM-23), Ingegneria dei Sistemi Edilizi (LM-24), Architettura e Ingegneria Edile (LM-4), Architettura del Paesaggio (LM-3), Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale (LM-48), Scienze e Tecnologie Geologiche (LM-74); Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio (38/S), Ingegneria Civile (28/S), Architettura e Ingegneria Edile (4/S), Architettura del Paesaggio (3/S), Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale (54/S), Scienze Geologiche (86/S).

Saranno considerati i titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

Materie:

  • normativa in materia di lavori pubblici e gestione del territorio;
  • normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei cantieri e nei luoghi di lavoro;
  • progettazione e manutenzione delle infrastrutture viarie e relative norme tecniche;
  • tecnica delle costruzioni;
  • Legislazione nazionale e regionale in materia di edilizia e urbanistica;
  •  nozioni di estimo, catasto e topografia;
  • occupazione ed espropriazione per pubblica utilitĂ ;
  • elementi di diritto costituzionale;
  • ordinamento degli enti locali;
  • diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;
  • disciplina degli appalti e dei contratti nella pubblica amministrazione (Decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 «Codice dei contratti pubblici» e Linee Guida Anac);
  • disciplina del lavoro pubblico e responsabilitĂ  dei dipendenti pubblici;
  •  elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione;
  • competenze digitali

LINK AL BANDO


5 FUNZIONARI DI AREA VIGILANZA

Titolo richiesto:

Laurea Triennale, Laurea Specialistica/Magistrale di cui ai nuovi ordinamenti universitari del D.M. 509/99 e del D.M 270/2004 o Diploma di Laurea di cui all’Ordinamento universitario previgente (cosiddetto “vecchio ordinamento”).

Materie:

  • compiti di Polizia giudiziaria e in materia di indagini preliminari;
  • ordinamento e funzioni della polizia locale;
  • legislazione in materia di circolazione stradale;
  • nozioni di disciplina del lavoro pubblico e responsabilitĂ  dei dipendenti pubblici;
  • illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio;
  • elementi di diritto costituzionale;
  • ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione sociosanitaria;
  • diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali;
  • disciplina del lavoro pubblico e responsabilitĂ  dei dipendenti pubblici;
  • elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione.

VAI AL BANDO


Concorso 341 posti Messina  – pagina del sito 

Sito della CittĂ  di Messina

Concorso 341 posti Messina –VAI AI CORSI DI PREPARAZIONE 


Concorso 341 posti Messina – fine pagina

Concorso 341 posti Messina

Concorso 341 posti Messina

Go to top