CONCORSO COMUNE DI CUNEO

COMUNE DI CUNEO

Corso-concorso pubblico in forma associata, per esami, per la copertura di quattordici posti di istruttore amministrativo

SCADENZA  30 gennaio 2020


REQUISITI:

Per l’ammissione al corso-concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

1)  cittadinanza italiana o di uno degli Stati dell’Unione Europea — fermo restando in questo secondo caso i requisiti di godimento dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o provenienza, adeguata conoscenza della lingua italiana e tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica di cui al DPCM 7 febbraio 1994 n. 174 — ovvero essere nella condizione prevista dall’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 s.m.i.;

2)  inesistenza di condanne penali, di procedimenti penali in corso o di stato di interdizione o di provvedimenti di prevenzione o di altre misure che escludono, secondo le leggi vigenti, l’accesso ai pubblici impieghi. Non possono, altresì, accedere agli impieghi coloro che siano stati destituiti o dispensati ovvero licenziati senza preavviso da precedente impiego presso pubbliche amministrazioni;

3)  godimento dei diritti civili e politici;

4)  possesso di diploma di scuola media superiore, di durata quinquennale, valido per

l’immatricolazione a corsi di laurea universitari. Per il titolo di studio conseguito all’estero,

l’equipollenza deve essere dichiarata dall’autorità competente;

5)  posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva qualora a ciò tenuti;

6)  idoneità psico-fisica-attitudinale a ricoprire il posto di «Istruttore/Esperto amministrativo»;

7)  possesso della patente di guida di categoria B;

8)  per i soggetti appartenenti alle categorie protette individuati dall’articolo 1 e dall’articolo 18 della legge 12 marzo 1999, n. 68 s.m.i., che intendono far valere la relativa riserva: iscrizione nell’apposito elenco dei lavoratori disabili, tenuto dai Centri per l’impiego della propria provincia di residenza, ai sensi dell’articolo 8 della predetta legge;


PROVE:

Prova preselettiva per l’ammissione al corso formativo

Qualora i/le candidati/e ammessi a partecipare al presente bando superino il numero di 60 unità, la Commissione potrà valutare l’effettuazione di una prova di preselezione volta a verificare il possesso delle conoscenze tecniche minime utili a partecipare al corso formativo.

La prova di preselezione consiste in un test scritto con domande a risposta multipla sulle materie oggetto delle prove d’esame.

Il corso-concorso prevede le seguenti prove d’esame:

  1. Prova scritta/teorico pratica
  2. Prova d’informatica
  3. Prova orale

Le prove d’esame di cui all’articolo 11, verteranno sui seguenti argomenti:

  •  Diritto amministrativo e costituzionale;
  • Ordinamento degli enti locali [decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267 s.m.i. «Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali»];
  • Nozioni di diritto penale, con particolare riguardo ai delitti contro la Pubblica amministrazione;
  •  Normativa in materia di Anagrafe, Stato civile ed elettorale;
  • Normativa e prassi in materia di acquisizione di lavori, opere, servizi e forniture [decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50 s.m.i. «Codice dei contratti pubblici» e Linee Guida ANAC];
  • Norme sul procedimento amministrativo [legge 7 agosto 1990, n. 241 s.m.i. «Nuove norme sul procedimento amministrativo»;
  • Ordinamento finanziario e contabile degli enti locali e nuova contabilitĂ  armonizzata degli enti locali [decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 «Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle regioni e degli enti locali e dei loro organismi];
  •  Normativa in materia di trattamento dei dati personali [decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 s.m.i. «Codice in materia di protezione dei dati personali», come adeguato dal decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 101 alle disposizioni del Regolamento UE n. 2016/679 (General Data Protection Regulation – GDPR)];
  •  Normativa in tema di anticorruzione e trasparenza [legge 6 novembre 2012, n. 190 s.m.i. «Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalitĂ  nella pubblica amministrazione»; decreto legislativo 14 marzo 2013, n. 33 s.m.i. «Riordino della disciplina riguardante il diritto di accesso civico e gli obblighi di pubblicitĂ , trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni»];
  • Norme sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche [decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, s.m.i.].

Durante lo svolgimento delle prove scritte non sarĂ  ammessa la consultazione di alcun testo.

PROVA SCRITTA/TEORICO-PRATICA

La prova scritta potrà consistere, a discrezione della commissione, in domande a risposta aperta, in un tema, ovvero nella predisposizione di un elaborato di contenuto teorico-pratico.

PROVA DI INFORMATICA

La prova di informatica è finalizzata ad accertare il grado di conoscenza delle apparecchiature, dei sistemi e delle applicazioni informatiche maggiormente diffusi.

PROVA ORALE (COLLOQUIO)

La prova orale verterà, oltre che sulle materie oggetto della prova scritta, anche sulla conoscenza della lingua inglese, scritta e orale, che potrà essere verificata anche tramite un’attività di lettura, traduzione, comprensione e/o scrittura di un testo.


LINK AL BANDO

LINK AL CORSO DI PREPARAZIONE ON LINE

Go to top