Concorso comune di Napoli 2022

Concorso comune di Napoli 2022

Concorso comune di Napoli 2022 – Concorso pubblico per il reclutamento di personale di categoria C e D da inquadrare tra il personale del Comune di Napoli e della Città Metropolitana di Napoli e per il reclutamento di 55 dirigenti per il Comune di Napoli

Pubblicato il bando del Concorso per 762 diplomati Napoli

PROFILI RICHIESTI:

Concorso Napoli

Concorso 762 diplomati Napoli

LINK AL BANDO

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

La domanda di partecipazione al concorso deve essere presentata esclusivamente in modalità telematica, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID) o attraverso la carta d’identità elettronica (CIE). L’iscrizione si effettua collegandosi all’indirizzo riportato sul sito internet istituzionale del Comune di Napoli (https://www.comune.napoli.it/bandi-di-concorso) e compilando lo specifico modulo on line.
Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

  • Codice AMM/C (Istruttore Amministrativo):
    diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;
  • Codice COM/C (Istruttore Comunicazione e/o Informazione):
    diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria
  • Codice CULT/C (Istruttore Cultura e Promozione del Territorio):
    diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;
  • Codice INF/C (Istruttore Informatico):
    diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) di: ragioniere programmatore, perito informatico, o altro diploma equivalente a indirizzo informatico che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria;
  • Codice TEC/C (Istruttore Tecnico):
    diploma di istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) di: geometra, perito edile, perito chimico, perito agrario o diploma di maturità rilasciato da Istituto tecnico industriale o da Istituto professionale per l’industria e l’artigianato che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria ovvero titolo di studio superiore, Diploma di Laurea in Architettura o Ingegneria o equipollente;
  • Codice FIN/C (Istruttore Contabile):
    diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) di ragioniere, perito commerciale, perito aziendale, analista contabile, operatore commerciale, che consenta l’iscrizione ad una facoltà universitaria ovvero titolo di studio superiore, Diploma di Laurea in Economia e Commercio o equipollente;
  • Codice SCOL/C (Maestre/i):
    – Diploma (D1) di abilitazione all’insegnamento nelle Scuole del grado preparatorio conseguito presso Scuole Magistrali legalmente riconosciute o paritarie al termine di un corso di studi ordinario triennale; (è ammesso anche il titolo conseguito a conclusione di corso sperimentale progetto “Egeria”, sperimentazione avviata dal 1988/1989, con D.M. 08/08/1988, in quanto comprensivo dell’abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio);
    – Diploma (D2) di Maturità Magistrale rilasciato da Istituti Magistrali al termine di un corso di studi ordinario quadriennale;
    – Diploma (D3) equivalente rilasciato da Scuole Magistrali o Istituti Magistrali al termine di corsi di studio o progetti di sperimentazione della durata quinquennale. I diplomi sperimentali devono essere titoli riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, come idonei all’insegnamento nelle scuole dell’infanzia.
    – Laurea (L1) in Scienze della Formazione Primaria indirizzo Scuola dell’Infanzia (titolo abilitante all’insegnamento – art. 6, comma 1, Decreto Legge 01/09/2008, n. 137, convertito in Legge 30/10/2008, n. 169);
    – Laurea (L2) in Scienze della Formazione Primaria a ciclo unico quinquennale (classe LM 85bis).
  • Codice POL/C (Agente di Polizia Locale):
    1. essere in possesso della patente di guida di motoveicoli e autoveicoli;
    2. essere in possesso dei requisiti necessari per poter rivestire le qualifiche di cui all’art. 5 della
    legge 7 marzo 1986, n. 65; (Funzioni di polizia giudiziaria, polizia stradale, pubblica
    sicurezza);
    3. essere in possesso dei requisiti di natura psico-fisica previsti dalla legislazione in materia di
    cui al Decreto del Ministero della Salute del 28/04/1998 per il rilascio del porto d’armi da
    accertarsi con le modalità previste dall’art. 10;
    4. non essere stati ammessi a prestare servizio militare non armato o servizio sostituivo civile
    in quanto obiettori di coscienza ovvero aver rinunciato allo “status” di obiettore di coscienza ai sensi dell’art. 636, comma 3, D. Lgs. 15 marzo 2010, n. 66 (ex art. 15, comma 7-ter, legge 8 luglio 1998 n. 230);
    5. essere in possesso dei seguenti requisiti di idoneità che andranno certificati all’atto dell’assunzione:
    – acutezza visiva uguale o superiore a complessivi 16/10, con almeno 7/10 nell’occhio peggiore, raggiungibile anche con correzione;
    – visus naturale uguale o superiore a complessivi 7/10, con almeno 2/10 nell’occhio peggiore;
    – normalità del senso cromatico, luminoso e del campo visivo;
    – funzione uditiva normale, senza ausilio di protesi, su base di esame audiometrico tonale;
    6. essere in possesso di diploma di Istruzione Secondaria di secondo grado (diploma quinquennale di scuola media superiore) che consenta l’iscrizione ad una facoltà
    universitaria.

PROVA PRESELETTIVA

La prova preselettiva, ai fini dell’ammissione alla prova scritta si svolgerà  qualora, con riferimento al singolo profilo concorsuale messo a concorso, il numero dei candidati ammessi al concorso sia superiore a 10 volte il numero delle unità di personale da selezionare. Il bando prevede casi di esenzione dalla prova.

La prova preselettiva consiste in un test, da risolvere in 60 (sessanta) minuti, composto da n. 60 (sessanta) quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 (venti) attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacitĂ  logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, e n. 40 (quaranta) diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie:

  • diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione;
  • diritto amministrativo, con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione,
  • disciplina del lavoro pubblico;
    diritto degli enti locali.

VAI AL CORSO DI PREPARAZIONE

PROVA SCRITTA

somministrazione di domande con risposta a scelta multipla volte a verificare le specifiche conoscenze del profilo professionale oggetto di selezione in relazione alle materie previste, nonché ad accertare il possesso di competenze digitali (strumenti applicativi informatici di base; strumenti web internet e intranet),

PROVA ORALE

La prova orale, che si svolgerà in presenza, verterà sulle materie oggetto delle prove scritte. Durante la prova orale si procederà anche all’accertamento della conoscenza della lingua inglese. La valutazione finale è espressa in trentesimi.
Supereranno la prova i candidati che hanno riportato il punteggio di almeno 21/30.

Go to top